19 gennaio 2006

Come cominciare uno swap

Liberamente tratto dall'articolo " How to run a quilt swap" di Michelle Steel.

Uno swap è uno scambio. (glossario del quilting)

Di stoffe,

di blocchi a tema,


di pezzetti tagliati secondo un formato predefinito (charms).
Per prima cosa occorre trovare i partecipanti, che saranno tanti o pochi a seconda del tema prescelto.
Poi bisogna impostare delle regole, abbastanza semplici affinchè tutti le
possano comprendere agevolmente. Esse dovranno prevedere: formato, colore,
disegno dei pezzi da scambiare.

Per esempio si potrebbe organizzare uno scambio di stoffe bianco e azzurro , oppure di un blocco nine patch da 15 cm.

Tanti sono i partecipanti tanti pezzi di stoffa o blocchi la partecipante preparerà.

Stabilite una data in cui lo swap dovrà terminare ed ecco fatto.
Ma come si svolge, in sostanza?
Se lo swap è "centralizzato", una sola persona, la "swap hostess", assume l'incarico di raccogliere le adesioni, riceve da tutte le partecipanti il materiale di scambio alla data prestabilita e lo redistribuisce. Questo è il metodo meno costoso riguardo alle spese di spedizione. In genere, quando si spedisce alla hostess si acclude una busta preaffrancata per ricevere il materiale di ritorno.
Se invece lo scambio è "one to one", ogni partecipante scambia individualmente con le altre. Costa un po' di piu' per via delle tante spedizioni da fare, in piu' si rischia di non ricevere il materiale da partecipanti "distratte.
Altri oggetti che si possono "swappare potrebbero essere: bottoni, cartoline di stoffa, quadrati di stoffa con la propria firma, puntaspilli, ecc. ecc. ecc.


Nessun commento:

Posta un commento